Uno dei requisiti fondamentali perchè un negozio on-line sia apprezzato dal pubblico è la possibilità di consentire pagamenti immediati con carta di credito.

Vediamo come scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Chiunque intenda avviare o abbia già avviato un’attività commerciale in Rete, già sa che prima o poi ogni esercente virtuale dovrà fare i conti con le carte di credito.
Chi gestisce un sito di commercio elettronico sa che uno dei requisiti fondamentali perché un negozio sia apprezzato dal pubblico è la possibilità di consentire pagamenti immediati con carta di credito.

Arriva sempre, dunque, il momento di scegliere la soluzione più idonea.

L’opzione di raccogliere direttamente i numeri delle carte verrà subito esclusa per numerose e ben note ragioni: gli investimenti tecnici sarebbero elevati, si porrebbero importanti problemi di sicurezza e gestione dei dati (il negozio diverrebbe un bersaglio molto appetibile per gli hacker), le implicazioni legali sarebbero onerose, gli acquirenti potrebbero esitare a fidarsi dell’esercente (gli stessi clienti che lasceranno fiduciosi la propria carta di credito nelle mani del cameriere del ristorante sotto casa, ma questo è un altro discorso…).
L’alternativa – di fatto l’unica scelta razionale – è rivolgersi a un servizio specializzato proprio nel gestire pagamenti con carta di credito. I fornitori di questo tipo di servizio (denominati gateway) a livello mondiale sono numerosi, ma è senz’altro preferibile indirizzarsi verso una
società con una presenza consolidata sul mercato italiano.

Questo già restringe le possibili alternative; se si aggiunge l’esigenza di usufruire di un servizio che possa operare sul proprio attuale conto corrente, senza cioè dover “cambiare
banca”, i possibili candidati restano davvero pochi (si possono contare sulle dita di una mano e la scelta è dunque più facile).

A mio giudizio i migliori e più affidabili sono tre:

  • PayPal
  • e-Shopping SanPaolo
  • Banca Sella

Nei prossimo giorni esamineremo i tre contendenti, mettendone in luce pregi e difetti, ma vi anticipiamo già che dal confronto non emerge un voncitore assoluto (dopotutto parliano di prodotti eccellenti): piuttosto, ognuno di essi si rivela più o meno interessante in funzione delle specifiche esigenze dell’esercente.