I colori sono la sostanza del mondo che ci circonda da sempre ed è proprio attraverso la loro presenza che in noi scaturiscono e vengono evocate miriadi di sensazioni, emozioni, ricordi.

hues.gifAnche nel mondo di Internet inconsciamente riportiamo le stesse emozioni e la scelta dei colori nella realizzazione grafica dei siti web e la sua localizzazione hanno un rapporto estremamente correlato in funzione degli usi e costumi della posizione geografica in cui il sito deve operare.
Navigando su Internet, vedo spesso che per molte persone, i colori e il loro significato sono qualcosa da non prendere in forte considerazione. D’altronde, anche nella vita quotidiana quando andiamo ad usare e scegliere dei colori, a volte facciamo errori di valutazione…perchè non conosciamo bene il significato dei colori.
Il modo di percepire i colori è un fenomeno conosciuto dalla scienza. Ci sono delle particelle recettive nella retina del nostro occhio che permettono di tradurre la differente frequenza della luce che la colpisce (luce che a sua volta si è riflessa e/o rifranta sulle superfici degli oggetti).

Gli stimoli che poi vengono comunicati al cervello e che vengono convertiti nei colori che conosciamo.

I colori ‘hue’ sono quelli rappresentati nella loro forma pura. I colori ‘shade’ sono i colori a cui è stato aggiunto un tocco di ombra, come se la luce fosse stata in parte coperta o come se gli fosse aggiunto un tocco di nero. Al contrario quelli ‘tint’ sono i colori a cui è stato aggiunta una percentuale variabile di bianco.

Inoltre bisogna tenere conto che il nostro occhio è molto sensibile al colore verde in condizioni notturne.

I colori comunicativi sul Web

Quello che è di maggiore interesse quando si progetta di un sito web è il potere suggestivo che i colori sono in grado di comunicare.

Sappiamo tutti che il rosso è un colore caldo, questo perchè viene associato con il fuoco. Al contrario il blue è un colore freddo perchè e il colore del cielo e dell’acqua. Il verde è un colore fresco, lo associamo liberamente all’erba e alla folta vegetazione. Tutte le associazioni descritte sono programmate nella nostra memoria.

Facciamo un semplice esempio, se chiedete a qualcuno, quale sia il suo colore preferito, almeno il 70% delle persone vi dirà?che il colore che preferisce è il blue.

Questo perchè il loro incontro con questo colore è stato estremamente piacevole negli anni formativi. Ricorda le giornate di sole, passati a giocare spensieratamente.

Il rosso è il colore del pericolo, del fuoco, della rabbia. Nel giallo, noi facciamo un’associazione con i fiori primaverili, e la luce del sole. Tutti i colore hanno un’associazione mnemonica con sensazioni che abbiamo accumulato durante la nostra esperienza. Queste pre-costituite ed istintive risposte emotive ai colori è quasi universalmente riconosciuta, a meno di alcune variazioni “locali”.

Per esempio le persone che vivono in un ambiente a carattere desertico avranno un differente sentimento estetico per le sfumature di verde o per piante dai colori molto vivi, come invece il nero che per noi europei viene inteso come qualcosa di negatovo, per gli orientali è segno di abbondanza.

Ricordiamoci sempre che:

  • I colori sono comunicativi
  • I colori giocano con le nostre percezioni e desideri
  • Le parole e i colori hanno un rapporto comune

Grafica e Colori nei siti web

palette.jpgL’uso di esempi già pronti permette di arrivare ad una scelta di successo molto più facilmente di una scelta arbitraria da una palette praticamente infinita che possiamo trovare all’interno di un qualunque programma di grafica.

Le prime pagine studiate per il web facevano uso solo del bianco e del nero. Ora forse stiamo esagerando dalla parte opposta, avendo a disposizione virtualmente di ben 16 milioni di colori, per questo consiglio l’uso della Palette Web, che consiste in solo 216 colori.

I colori presenti in questa palette usano solo le variazioni di colore equivalenti a 00, 33, 99, CC, FF secondo la notazione esadecimale. Il problema per alcuni sarà comunque quella di avere a che fare con troppi pochi colori.

Restringere la palette (la varietà di colori da usare) è la giusta via per riuscire a far lavorare bene i colori insieme.

Il problema è sicuramente quello che una palette ridotta a 8 bit impedisce di scegliere colori con sfumature intermedie.

Se utilizzate immagini cercate la combinazione dei colori utilizzata su queste per usare colori adatti (palette generator) .

Non abbiamo bisogno di tanti colori ma solo di pochi colori, di cui uno principale e quindi qualcuno un po’ più chiaro e qualcuno un po’ più scuro rispetto a questo ed al massimo di due o tre colori che gli facciano da contrasto.

Per riuscirci da soli, naturalmente ci occorrono delle immagini correlate all’argomento che intendiamo elaborare, Oggetti naturali, immagini che vi sembrano adatte, quindi scannerizzarle (se non le avete già in formato digitale). L’uso dello strumento contagocce (disponibile in qualunque programma di fotoritocco, vi permetterà di selezionare e di apprendere le caratteristiche cromatiche del colore principale che vi interessa, e delle variazioni che vi servono per definire la vostra tavolozza. Una volta definiti i vari colori create con questi dei quadratini, sotto all’immagine, per avere un’idea. Salvatelo come GIF in modo da preservare la palette e quindi usatela come campione per il vostro lavoro.

Ogni palette creata con questo metodo risulterà armoniosa, sarà luminosa o cupa come l’argomento richiede ed inoltre vi garantisce uno schema di colori sicuramente di successo.

Buon lavoro.