Come recuperare dal Google Medical Update

Come recuperare dal Google Medical Update? Per gli addetti ai lavori, o comunque per tutti coloro che a vario titolo si occupano di SEO, il termine “Medical Update” equivale ad un’incubo.

broad core algorithm update Questo è il nome che è stato dato ad uno dei più recenti Update algoritmico del motore di ricerca Google. Per molti è stato devastante, infatti è stato capace di far crollare il traffico anche dell’80% a siti che, almeno fino a poco tempo fa, erano considerati sani e solidi.

Il periodo in cui ha iniziato a sortire i suoi effetti è all’incirca dai primi di Agosto e, ancora oggi, se ne sentono i pesanti effetti, anche se alcuni siti hanno recuperato un’po’ di traffico, a dire la verità poco.

Vediamo come recuperare dal Google Medical Update

Questo aggiornamento algoritmico, è stato chiamato Medical Update, proprio perchè i siti più colpiti sono stati quelli a carattere medico, siti di salute, bellezza ed estetica.

come recuperare dal google medical update

In realtà chiamarlo così non è corretto, infatti sono state penalizzate non solo queste tipologie di siti, questo è stato un’aggiornamento che ha coinvolto l’autorevolezza dei siti di molte tematiche, non solo mediche.

Restiamo prudentemente in un’atteggiamento di osservazione, per capire come recuperare dal Google Medical Update, senza fare mosse avventate, ma con la consapevolezza che se vogliamo uscirne, bisogna mettere mano ai siti, non tanto con la strategia di link, ma come autorevolezza e trust generale dei nostri siti.

Partire dalle basi e costruire solide fondamenta

Se abbiamo lavorato bene fino ad’oggi, con una SEO pulita, tesa al miglioramento delle prestazioni del sito e ad agevolare il reperimento di contenuti interessanti per l’utente continuiamo a farlo, ma se devo dare dei consigli più specifici eccovi qui un’elenco di azioni che vi conviene fare quanto prima:

  • Controllate bene il sito con strumenti validi del tipo Screaming Frog, oppure anche il classico Xenu Link, allo scopo di individuare link interrotti.
  • Lavorate affinchè il vostro sito offra buone prestazioni e divenga il più veloce possibile, ricordando che questo è ormai da un pezzo un’importante requisito SEO apprezzatissimo da Google.
  • Focalizzate i vostri sforzi per rendere il sito il più efficace e Mobile-Friendly possibile.
  • Rivedete l’architettura e la navigazione, ottimizzandole e dando ai contenuti una rilevanza ed una disposizione logica, approfondendoli ed entrando nel dettaglio.
  • Cercate di trasmettere alle pagine che vi interessano di più e che sono per voi fondamentali, la rilevanza necessaria, tramite l’uso di link interni che consentano loro di ottenere l’autorità che serve.

Oltre la tecnica SEO, lavorare a fondo su Trust e autorità di quello che scrivete

Per andare nella direzione giusta è necessario avere buone basi, per questo vi ho consigliato di dare al vostro sito una struttura logica, di velocizzarlo in modo che le risorse che proponete siano fruibili nel minor tempo possibile, di ottenere pagine che siano adatte al traffico da mobile.

Ma di certo, bisogna anche far capire a Google che offrite dei contenuti attendibili e che siete un’esperto nel vostro campo.

Per ottenere ciò, cercate di curare la pagina che parla di voi e di quello che fate, di avere delle recensioni positive, più che potete, cercate di riuscire a ricondurre la vostra figura come membro di community specializzate nel vostro campo, di ottenere molte citazioni a tema con ciò che fate.

Curate il vostro profilo per esempio su Linkedin, provate ad ottenere link spontanei da siti a forte trust e popolarità, partecipando a discussioni sugli argomenti nei quali dovreste risultare esperto.

Aggiornate i vostri articoli e firmateli provando ad aumentare la vostra immagine e a farla riconoscere come autore esperto in quel certo argomento.

Se farete questo certosino lavoro di miglioramento del vostro profilo e di affermazione della vostra autorità, avrete fatto un bel passo per recuperare dal Google Medical Update.

Gualtiero Santucci, SEO Specialista di RankLab Studio.

Contattaci con Whatsapp